La Torre Aragonese, che sorge nel porto della città, è uno dei monumenti simbolo del territorio.
È alta 14 metri e larga 13 metri. Fu costruita nel 1325 per volontà dell’Ammiraglio aragonese Carroz, che conquistò il territorio in quel periodo. Aveva la funzione di avvistamento e di protezione del centro cittadino, situato, all’epoca, nella zona di Monte Agellu.
La sua pianta ottagonale ricorda lo stile catalano e si sviluppa su tre piani: il primo era la cisterna; il secondo era l’abitazione con soffitto, realizzato nel XVI sec., a volta stellare con una crociera costolonata e pilastro centrale; la terrazza ha un ballatoio aggettante su caditoie.
Col passare dei secoli assunse diverse funzioni: nel XV secolo fu sede doganale con funzioni di controllo fiscale, nel XVI secolo ebbe il compito di baluardo contro gli attacchi barbareschi; nel XVII i guardiani assunsero anche il ruolo di controllo sulle navi per evitare i contagi di peste; nel XX secolo divenne faro.
I molti restauri hanno modificato il suo aspetto. Fra i restauri, quello del 1725 è documentato dalla lapide di marmo posta nel lato sud-ovest.

© Comune di Porto Torres

Vai all'inizio della pagina